Modulo in caricamento, attendere...

Modulo: pages, Dimensione: 14,12 Kb

12 Febbraio 2018

Ingresso “telematico” di un socio: il Lions Club Umbertide celebra la 34^ Charter Night con una sorpresa all’insegna dell’innovazione

di Raffaello Agea

 

 

 

Il club umbertidese festeggia il trentaquattresimo compleanno con una serie di importanti riconoscimenti per l’attività svolta ed apre ancora all’internazionalità con l’immissione di un socio israeliano in collegamento Skype   

Umbertide – Che l’innovazione sia stata da sempre una delle guidelines del Lions Club Umbertide, non è una novità per coloro che conoscono le attività del sodalizio.

In occasione dei services e delle iniziative che il club realizza, la presenza sui social network e sulla stampa online, oltre che nell’ambito dei portali Lions, è ormai una costante che consente una diffusione del “We serve” certamente più capillare e più mirata rispetto alla stampa tradizionale. Le nuove generazioni, tanto per fare un esempio, sono certo più attratte o anche solo incuriosite dai mezzi che utilizzano tutti i giorni avvalendosi delle infinite possibilità del web.

Un’attenzione all’innovazione che tuttavia non significa abdicazione a favore delle vastissime possibilità che la Rete consente, tanto che nella passata annata, con la partecipazione di uno dei massimi esperti sull’argomento, il club ha organizzato un convegno sul tema della comunicazione in rete e delle sue devianze.

Ma il mondo della comunicazione nell’era di Internet, ha delle potenzialità positive che consentono di superare ostacoli apparentemente insormontabili. E’ stato così che il Presidente Rolando Pannacci, dopo che il club aveva deliberato l’immissione di un nuovo socio di nazionalità israeliana ed aveva programmato la cosa in concomitanza della sua 34^ Charter Night, avrebbe dovuto rinunciare all’ingresso.

Già, perché Motty Zalesch, che vive tra Italia ed Israele, era dovuto rientrare a Tel Aviv per improrogabili motivi. Annullare tutto? Senza pensare all’innovazione forse sì. A questo punto Rolando Pannacci ha avuto la geniale idea di proporre al Governatore del Distretto 108L Rocco Falcone, un collegamento via Skype per l’agognato momento.

E’ stato così che il Governatore, che sappiamo essere favorevole alle iniziative nel segno dell’innovazione, ha dato il la … all’operazione.

Il momento, poi, dato che poco prima il club era stato impegnato nella visita del Governatore, era di quelli che sarebbero stati indimenticabili. Oltre al Governatore, infatti, erano presenti il I^ Vice Governatore Leda Puppa, il Segretario Distrettuale (e capo redattore della rivista distrettuale Lionismo) Silverio Forteleoni, il Segretario per l’Umbria Paolo Scilipoti, il Segretario per il Lazio Gabriella Rossi, il Cerimoniere distrettuale Marco Fantauzzi, il consulente del Governatore per gli affari assicurativi, nonché vice responsabile del Lions Day 2018 Fabrizio Bravi, il vice responsabile del sito internet del Distretto Vincenzo Fragolino, il Presidente della IX circoscrizione Rosalba Bruno, il presidente della zona A della IX circoscrizione Alessio Dorelli, il responsabile del “Progetto Martina” Giuseppe Lio, il redattore della rivista distrettuale Lionismo Raffaello Agea, oltre ai presidenti del Lions Club Gubbio Marco Rossi, del Lions Club Montone Aries Silvia Polidori (la serata era concomitante con la visita del Governatore al club arietano), del Lions Club Città di Castello Tiferno Pietro Paolieri ed al past president del Lions Club Città di Castello Host Geronimo Vercillo.

Grazie all’impeccabile preparazione tecnica dell’officer per le tecnologie informatiche del club Mauro Tarragoni Alunni, sullo schermo appositamente predisposto ad un certo punto della serata è apparso Motty Zalesch, con il quale il Governatore ha avuto modo di interagire. E pur con riserva di appuntare sul bavero della giacca del nuovo socio la spilla simbolo dell’appartenenza, il Governatore ha ricordato a Zalesch l’importanza di questo ingresso ed il servizio dei Lions di tutto il mondo, auspicando l’apertura a nuove frontiere, non solo in senso fisico.

Aapplausi e titoli di coda? Niente affatto, perché a questo punto è stato il Governatore a dispensare gradite sorprese al Lions Club Umbertide. Probabilmente Pannacci, che quest’anno è di nuovo alla guida del club, siccome insieme a tutti i soci del club aveva lavorato in modo molto intenso e produttivo su tutti i versanti, si aspettava di raccogliere qualcosa. Ma è proprio il caso di dire come la messe sia stata abbondantissima. Oltre agli elogi del Governatore e del Distretto, sono arrivati il riconoscimento per la campagna incremento soci e per le attività soci nell’annata 2016/2017, quelli (con relative patch per il labaro) per aver svolto tutti i temi dell’anno del centenario e e per la donazione di simboli di appartenenza sul territorio “Lions legacy”. Chiosa finale ed augurio del Governatore: trentaquattro anni spesi benissimo e trentaquattro e più ancora da spendere all’insegna del servizio che il Lions Club Umbertide ha sempre svolto, distinguendosi costantemente tra le eccellenze di questa grandissima associazione.

 

Utenti registrati: 3
Registrati oggi: 0
Utenti online: 0
Visitatori online: 33
Ultimo iscritto: admin

Lingua identificata:
IT
Cambia lingua


Nessun link presente!

Realizzato con base Openasp 2.0 - GPL License - homepage
CSS valido!